Giovinezza.di Sergio Borghi

La giovinezza non è un’età  È uno stato della mente che cerca ancora oltre la vita Ed io In eterno voglio cercare Cercare il ricordo degli uomini che sapevano ancora volare Si scuote gli uomini di dosso la terra ora, impaurito animale. Annunci

Giovinezza.di Sergio Borghi

La giovinezza non è un’età  È uno stato della mente che cerca ancora oltre la vita Ed io in eterno voglio cercare Cercare il ricordo degli uomini che sapevano ancora volare Si scuote gli uomini di dosso la terra ora, impaurito animale.

Corrosivo pensiero. di Sergio Borghi

corrosivo pensiero scolora desideri a grappoli corimbi La fantasia soffia  sul fuoco del tristo asciuga lacrime Improvvisa una 500 C travolge strada facendo ambizioni correnti disavvedutamente  montate in mezzo Giorno per giorno mi dico vivi te stesso Chiuso dentro la teca di solitudine dorata dei fedeli ex voto

Incipit d’autunno.di Sergio Borghi

Credevi sempre che io tornassi. Sopra un sospiro corrono stanche le idee Non lamentarti ormai se non ti ascolto fuggono nel vento le abusate mie voglie  Da troppo tempo distrattamente le cicale non friniscono al sole sommesse non raccontano l’estate Nemmeno te ne sei accorta vero ?

Voglia di piacere. di Sergio Borghi

vince il desiderio sottile sempre ingenuo è l’animo Tirannide d’amore ! Altero il viso riiuta ogni sudditanza nega un incontro eppure  negli occhi nasconde di piacere il bisogno Se in vita trovi chi sa dirti meglio amalo quanto ti amo io ! Tirannide attrazione fatale della luna costretta nel giro della terra Schiavitù dell’istinto impossibile…

Odore di miele. di Sergio Borghi

stordisce la danza delle api profuma il vento stordisce la danza delle api consuma ceri Domina la pazzia i sogni d’amore Prima che il sole canti il giorno aspetto il ritorno del sonno perso tu c’eri dentro ora mi manchi Ma non ti cerco so dove sei odore di miele mi sazi eccome ! Pazzo…

Tramonto.di Sergio Borghi

camminava dietro il sole lento e poi la sera come fosse incanto si costruiva un mondo interamente suo per riposarci dentro c’erano folletti e fate che giravano in tondo senza perdere il ritmo de l’incantamento era sempre felice tanto troppo…. un giorno è morto

La verità .di Sergio Borghi

A lungo scansata l’ho incontrata infine stamani senza trucco e mascara pallida più del solito algida la verità fuggiva la notte dei sogni  Spaventi nuda verità incallita figura rigida senza forme porti un canestro di ripetuti inganni Stringe il tempo i panni addosso senza orpelli va in giro la realtà maldestra porta stolta l’abitudine di…

The End. di Sergio Borghi

incolti clivi maturano vipere e serpi nel sole infida salita per sassi roveti subdoli pensieri parole da mercato coperto  tagliano promesse e amori sperata incute panico la cima dritta del colle lassù cercavo ……….”l’infinito” c’era soltanto il vuoto attorno

Resta . di Sergio Borghi

tormentate viuzze dificili  scalano il cielo ferite per volute lente  tra le stelle amore mortifica  sfinisce attento ! Dalle nuvole al tramonto quando il fucsia tenta rosa diventa la foglia per contrasto  miscreduto affetto  Propaggini del cuore del desiderio possesso avviluppano stimolano l’impossibile amplesso Rimani in bilico amore saltimbanco

Ti aspetterò .di Sergio Borghi

passa la Luna  e lenta coglie di luce un velo intriso di stelle  con tele di ragno Sommessi violini suonano in si bemolle inni sacri e lamenti confondono la notte Invocano l’amplesso ardenti sentimenti Ti aspetterò a lungo sulla via dei penitenti Voglio viverti accanto Finché mi senti !

Indifferenza. di Sergio Borghi

Un muro invalicabile l’indifferenza castello dell’impossibile nascosto assurda difesa dello specchio Non mi guardo e scanso con sufficienza le pretese inutilmente attese Individualità  perenne cicatrice dell’anima esclusivo orgoglio di guerre combattute vinte e perse di nascosto con se stessi Appartiene al tempo la risposta ogni domanda diventa assurda  un attimo dopo, tant’era prima importante Perchè…

Pensami.di Sergio Borghi

pensami  quando puoi sempre come se miracolo assurdo diventasse ancora più infinito il mare così quanto l’amore Vorrei naufragare nella tempesta irta come barca nell’onda Appartenerti nel fondo tra posidonie ondeggianti …….tenera Sirena  amante mia senza rimpianti né astiosi rimorsi pensami

Ribalta. di Sergio Borghi

È una ribalta la vita dentro a soggetto  interpretiamo …ognuno il nostro personaggio dove e come siamo d’insoliti panni vestito dal tracimato bagaglio  d’esperienze consunte personaggi senza autore

Lontano dai tuoi pensieri .di Sergio Borghi

………. quando mi leggerai sarò gia lontano dai tuoi pensieri rifugiato dentro i miei…. E tu sai vero come diversi nascono dentro i significati ….. i tuoi severi dai miei inventati Covoni di sofferti momenti  mietuti in tempi alternati Vedi impossibili parole  scambiate monete …….. al mercato dei sentimenti Allora credimi giochiamoci l’affetto tenero nel…

Perdere l’anima.di Sergio Borghi

Ho perso l’anima ho perso l’anima al gioco dilapidati desideri finiti nel rogo del gioco stupido della vita ! Morso dal cancro del vizio solidi affetti ho bruciato tesori di vita distratto ! Tenere amicizie dedicate  esclusivi incanti aborriti Desidero soltanto l’effimero squallido sorriso delle nuvole contorni per favole incantate Mi gratificano insolente insipide anguille…

Illusione. di Sergio Borghi

….guardavi un punto lontano mentre ti parlavo ma non ho capito se ascoltavi o no non è importante credimi quanto dicevo quanto provavo piuttosto  e volevo dirtelo volevo lo sapessi intanto ma non hai sentito

Dentro un abbraccio.di Sergio Borghi

dentro un abbraccio ho stretto il tempo senza fine lento scambio profondo rubandosi dentro d’insolito consenso Un bacio Ho preso e dato quanto volevo dire là dentro ho detto Struggenti parole prive di senso che suggeriva il cuore tremore dei sensi intorpidito incanto

Relitti di pensieri. Di Sergio Borghi

D’in fondo al mare sorge la luna e torna alla spiaggia manda con la marea l’onda Resti di pensieri rotolano stanchi di vivere ancora Formano gorgo allo scoglio Gira il pensiero a lungo in tondo concentrico vortica ripete e manda Intimo infine diventa dei sensi vertigine Sorriso perso d’irresistibili nuvole aperte nella libidine tra soffici…

Ho seminato parole… di Sergio Borghi

Ho seminato parole nel solco predisposto crescerà l’ansia con loro ! Mi leggerà nel butto verde delle delicate primizie ? Invecchierò semmai col frutto aperto al sole prelibato ma sempre rimarrò incantato ! Allora capirò a che serve il fiore il profumo, il colore dell’istinto sempre disposto Ho coltivato delle parole il seme chissà quando…

Sentimenti liquidi.       di Sergio Borghi

per conoscermi dentro intima-mente Eternamente torbidi ma liquidi sentimenti distillano strani dal grembo della notte Colmano caldi tazze di cristallo Offerte per il giorno  a venire nuovo si ma misterioso comunque Segretamente attese invocano palpitanti devozioni d’affetto solennemente assurde per piccole foglie  teneramente rosa è lì che mi puoi cercare se cerchi il tempo per…

Passione.       di Sergio Borghi

Tremanti ricongiungono quello che matrigna la natura ha diviso ……. confondendo i destini Pallide le voglie fremono cercano reciproco il frutto per vincere la fame Toglie fame e sete  tra i boschi incantati l’amore pallida apparizione diafana per digiuni antichi dimenticati Scatena ripensamenti postumi per menti astratte nuvole cercano furtivi motivi trovano passione soltanto

Promesse mancate        di Sergio Borghi

non si possedettero quell’estate si desiderarono soltanto covando i giorni nella tenerezza fiorivano promesse con l’ibisco senza sosta l’una dietro l’altra tre giorni dopo erano assecchite la prima acqua d’agosto stinse l’indirizzi che s’erano scambiati

Temporale rapido.      di Sergio Borghi

Astio dentro la natura contro cresce selvaggio nutre il contrasto Tragico il paesaggio  l’umana natura inquieta incompiuta rimasta araba irsuta Esala profumi Il temporale rapido nero tra fulmini verde l’arancio allappa Mozia di fronte  languida sottile piange punico il destino nello stagnone salso Appassiti tarchiati vitigni di grillo corrono in filari attorno tagliente di scogli…

Amore per dire…       di Sergio Borghi

e se invece fosse la via dell’inferno lastricata ? Se il vuoto corre nel vento invano baraccone da circo di clown pieno ma cos’è poi strana questa parola che rima con languore ? a che serve sperare nelle meteore solcano il cielo e spariscono eppure esiste chi crede nel destino chiamano amore strano l’affanno forse…

Domani.                di Sergio Borghi

quando vedo il sole quando vedo partire spero sempre nel giorno che sta per venire gli istanti spariscono dietro l’Elba col sole spariscon le ore spariscono i giorni sparisce l’amore Non tornerà domattina insieme col sole le son venuto a noia finalmente ha smesso di sognare se torna ancora lo giuro di nuovo mi farò…

Flashback.     di Sergio Borghi

ignoro brutto & bello solo ricordo com’era tornano strisciando complice l’aria dell’ultima sera languori mai persi  prudente un prurito evoca furti furtivo ascolto l’ingegno le stelle fanno luce il resto è ombra

Fantasia .              di Sergio Borghi

credevamo sorgesse….era riverbero rosa sulle nuvole ti ho vista sveglia è bastato ! Cammina il sorriso al mattino presto della casa infrange i silenzi L’arcano del giorno paluda le attese sparsi resti di sogni fanno d’inciampo Soli mi attendono gli amori rubati incompiuti la sera Distraggono appena le cose solite ed è alto il giorno…

Omaggio a “Goliarda Sapienza”. di Giuliana Sonnati

“Taccuini” Il libro ha soddisfatto totalmente la mia curiositá di conoscere più da vicino questa grande donna, autrice di nicchia e icona del femminismo italiano,attraverso una raccolta dei suoi pensieri ,affidati a comuni infiniti taccuini,come a un diario. In procinto di leggerne praticamente l’opera omnia, questo libro mi ha ancora più convinto che il suo…

Cercando il destino.       di Sergio Borghi

In cerca del destino occhi viola nel buio brillano Credo che infine succederà La notte stana rumori smuove dagli angoli speranze celate Baldacchino di note attese apre le orecchia ogni sospiro Reciprocamente piaciute sottile il filo avvolge dell’equivoci trame incantate Due bellezze fonde un solo fuoco colano nello stampo di Angelo vendicatore privo di spada…

Illusione

esile vorrei una carezza che calda sognante descrivesse il corpo raccontasse lo stupore l’incanto vellutato la curiosità l’amore credimi non un gioco invocata passione stringe sovrana il cuore sperata dentro un’illusione restavi magicamente accanto vera

Sentimenti.      di Sergio Borghi

Odissea d’inganni diafana scritta sopra la tela di Penelope Percorsi notturni paralleli corrono dentro l’espediente di pensieri reconditi Malta con petali e miele costruiti castelli in aria disabitati galleggiano nello stagno delle promesse Sono cambi di stagione i sentimenti scaduto è ormai il tempo dei rimpianti Transatlantico di sogni incagliati sull’isola delle illusioni ruga dopo…

Cambiare linguaggio.    di Sergio Borghi 

Cambio vettura alla fermata del vento voglio scendere dal consueto linguaggio  Cupide le menti ormai si toccano Godono vicendevolmente. La possibilità dipinge l’impossibile di un rosa schocking assurdo perfino incredibile Perse ne l’aria confondono le voglie nel bisogno

Fraintendimento.   di Sergio Borghi

un salto al cuore gettato lontano da sbalzo d’umore inatteso di nuvole scontro romba nel petto Vagheggia un sospetto soltanto sarà troppo presto ? Dietro la curva aspetta il silenzio dentro avvisato allertato dal sentimento vigile orecchio Immagina occhi colore del cielo e se avesse frainteso ?

Il nesso.    di Sergio Borghi

Le tue mani sul viso le mie suonano il piano credere all’amore è troppo facile basta sapersi ascoltare Tu piangi io canto è lo scirocco poi che lima l’inganno Ci deve essere un nesso tra note e pianto un giogo nascosto Armonico movimento continua lento davanti trascina fuori dal petto un corteo di baccanti Corre…

Solitudine.   di Sergio Borghi

…traversato il bosco nel folto credevo il tempo fosse nero dominava invece  Il giorno un sole pieno Opali di luce tra i rami Gente sprofondata dentro Un destino punitivo No sono entrato nel bosco solo e solo esco

Ricordi

Devo ricordarmi  …di dimenticare assurda discordanza vizio della memoria Una disperata speranza sopravvivere ai ricordi forte invocando l’oblio Distruggere il tempo crea  di rovine arido un prato La memoria esalta incantevole il vissuto

Notte di luna calante.    di Sergio Borghi

diafana notte di luna in acquario languido ultimo quarto è gia nero il bosco Come te nessuna sorprende dei sensi l’effetto sul chiaro mare tosco laggiù nell’Elba profondo Dormono accanto sonnanbuli i frutti del tempo rubano i sogni portano di donne un bordello fra soldati e pittori impazziti da Guttuso dipinto insolito menù a pagamento…

Atlantico.   di Sergio Borghi

S’avventa contro la costa  ripida di rocce salmastrate l’Atlantico mare immenso Rigurgida schiuma, bisogno di possesso urla assillante contro Cabo Sao Vicente. Toglie respiro come amore coinvolge ingenuo l’amante trascina nel gorgo d’istinti distratti languidi i sentimenti Fugge l’intelletto in letargo acido serpe sotto macigno Resta solo indifeso l’amato sconfitto stremato il ritegno Afrodite ciprigna…

Mesi.    di Sergio Borghi

Undici fratelli ho perso nel bosco erano belli ed a lungo ho pianto. Son rimasti nella memoria dentro. Più volte li ho cercati con affetto. Uno ad uno, nei roveti, ho chiamato con me desideravo che restassero. Languide nuvole,complice la mente  ora corrompono il dolore in pioggia Rubano il profumo della rosa aperta che maggio…