The End. di Sergio Borghi

incolti clivi maturano vipere e serpi nel sole infida salita per sassi roveti subdoli pensieri parole da mercato coperto  tagliano promesse e amori sperata incute panico la cima dritta del colle lassù cercavo ……….”l’infinito” c’era soltanto il vuoto attorno Annunci

Resta . di Sergio Borghi

tormentate viuzze dificili  scalano il cielo ferite per volute lente  tra le stelle amore mortifica  sfinisce attento ! Dalle nuvole al tramonto quando il fucsia tenta rosa diventa la foglia per contrasto  miscreduto affetto  Propaggini del cuore del desiderio possesso avviluppano stimolano l’impossibile amplesso Rimani in bilico amore saltimbanco

Ti aspetterò .di Sergio Borghi

passa la Luna  e lenta coglie di luce un velo intriso di stelle  con tele di ragno Sommessi violini suonano in si bemolle inni sacri e lamenti confondono la notte Invocano l’amplesso ardenti sentimenti Ti aspetterò a lungo sulla via dei penitenti Voglio viverti accanto Finché mi senti !

Indifferenza. di Sergio Borghi

Un muro invalicabile l’indifferenza castello dell’impossibile nascosto assurda difesa dello specchio Non mi guardo e scanso con sufficienza le pretese inutilmente attese Individualità  perenne cicatrice dell’anima esclusivo orgoglio di guerre combattute vinte e perse di nascosto con se stessi Appartiene al tempo la risposta ogni domanda diventa assurda  un attimo dopo, tant’era prima importante Perchè…