Cambiare linguaggio.    di Sergio Borghi 


Cambio vettura

alla fermata del vento

voglio scendere

dal consueto linguaggio 

Cupide le menti ormai si toccano

Godono vicendevolmente.

La possibilità dipinge l’impossibile

di un rosa schocking assurdo

perfino incredibile

Perse ne l’aria confondono

le voglie nel bisogno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...