Illusione

esile vorrei una carezza che calda sognante descrivesse il corpo raccontasse lo stupore l’incanto vellutato la curiosità l’amore credimi non un gioco invocata passione stringe sovrana il cuore sperata dentro un’illusione restavi magicamente accanto vera

Cercando il destino.       di Sergio Borghi

In cerca del destino occhi viola nel buio brillano Credo che infine succederà La notte stana rumori smuove dagli angoli speranze celate Baldacchino di note attese apre le orecchia ogni sospiro Reciprocamente piaciute sottile il filo avvolge dell’equivoci trame incantate Due bellezze fonde un solo fuoco colano nello stampo di Angelo vendicatore privo di spada…

Sentimenti.      di Sergio Borghi

Odissea d’inganni diafana scritta sopra la tela di Penelope Percorsi notturni paralleli corrono dentro l’espediente di pensieri reconditi Malta con petali e miele costruiti castelli in aria disabitati galleggiano nello stagno delle promesse Sono cambi di stagione i sentimenti scaduto è ormai il tempo dei rimpianti Transatlantico di sogni incagliati sull’isola delle illusioni ruga dopo…

Cambiare linguaggio.    di Sergio Borghi 

Cambio vettura alla fermata del vento voglio scendere dal consueto linguaggio  Cupide le menti ormai si toccano Godono vicendevolmente. La possibilità dipinge l’impossibile di un rosa schocking assurdo perfino incredibile Perse ne l’aria confondono le voglie nel bisogno

Fraintendimento.   di Sergio Borghi

un salto al cuore gettato lontano da sbalzo d’umore inatteso di nuvole scontro romba nel petto Vagheggia un sospetto soltanto sarà troppo presto ? Dietro la curva aspetta il silenzio dentro avvisato allertato dal sentimento vigile orecchio Immagina occhi colore del cielo e se avesse frainteso ?

Ricordi

Devo ricordarmi  …di dimenticare assurda discordanza vizio della memoria Una disperata speranza sopravvivere ai ricordi forte invocando l’oblio Distruggere il tempo crea  di rovine arido un prato La memoria esalta incantevole il vissuto

Il nesso.    di Sergio Borghi

Le tue mani sul viso le mie suonano il piano credere all’amore è troppo facile basta sapersi ascoltare Tu piangi io canto è lo scirocco poi che lima l’inganno Ci deve essere un nesso tra note e pianto un giogo nascosto Armonico movimento continua lento davanti trascina fuori dal petto un corteo di baccanti Corre…

Solitudine.   di Sergio Borghi

…traversato il bosco nel folto credevo il tempo fosse nero dominava invece  Il giorno un sole pieno Opali di luce tra i rami Gente sprofondata dentro Un destino punitivo No sono entrato nel bosco solo e solo esco

Notte di luna calante.    di Sergio Borghi

diafana notte di luna in acquario languido ultimo quarto è gia nero il bosco Come te nessuna sorprende dei sensi l’effetto sul chiaro mare tosco laggiù nell’Elba profondo Dormono accanto sonnanbuli i frutti del tempo rubano i sogni portano di donne un bordello fra soldati e pittori impazziti da Guttuso dipinto insolito menù a pagamento…

Atlantico.   di Sergio Borghi

S’avventa contro la costa  ripida di rocce salmastrate l’Atlantico mare immenso Rigurgida schiuma, bisogno di possesso urla assillante contro Cabo Sao Vicente. Toglie respiro come amore coinvolge ingenuo l’amante trascina nel gorgo d’istinti distratti languidi i sentimenti Fugge l’intelletto in letargo acido serpe sotto macigno Resta solo indifeso l’amato sconfitto stremato il ritegno Afrodite ciprigna…

Mesi.    di Sergio Borghi

Undici fratelli ho perso nel bosco erano belli ed a lungo ho pianto. Son rimasti nella memoria dentro. Più volte li ho cercati con affetto. Uno ad uno, nei roveti, ho chiamato con me desideravo che restassero. Languide nuvole,complice la mente  ora corrompono il dolore in pioggia Rubano il profumo della rosa aperta che maggio…

Presente.   di Sergio Borghi

Vago nel liquido amniotico delle nutrici memorie giovani Tasto vagamente nel vuoto Impossibile nutrirsi di futuro sfuggevole destino assurdo Resta solo il presente attorno se rigiro lo sguardo incredulo ed allora lo consumo insipido

Spiaggia.   di Sergio Borghi

Sofferte taglie succinte tra corpi sdraiati tinge il sole anche oggi  Sbiancate forme invernali lucide incerte  ai colori diversi dell’iride esposte salmastre Trabocca la spiaggia Occhieggiano sguardi consensi diversi improbabili assenzi Rari tra gli ombrelloni  secchi teli e giocattoli corrono cani giocondi senza padroni  a sera è ancora tramonto

Aspettando l’estate.    di Sergio Borghi

Sicuramente è lunga ! L’attesa del sole finalmente caldo Dura un inverno intero ! Le gaurie rosa e bianche ora Son convinte davvero ! Sempre calde le menti contendenti Sull’acciaio arrotano strumenti Insonni vulcani bofonchiano perenni Che fai allora dillo Disperi forse imprecando ? Restano attoniti i passanti I barba giovi cadono dall’alto Spensierati nel…

Gabbiani .  di Sergio Borghi

Impasto vento, acqua di mare e sabbie nella conca del golfo Con le mani plasmo gabbiani rapidi mi volano crocchiando …ma tu che piangi e ti lamenti dove sei quando non ti sento ? Che cosa pagherei per averti solo il vento può spiegarmelo I gabbiani guidano la nave o la nave insegue i gabbiani…

Donne tra bosco e mare.   Omaggio a Sergio Borghi di Giuliana Sonnati

Ancora una volta ispiratissimo,come un fiume in piena ,Sergio Borghi ha scritto un secondo splendido libro di poesie.  Ripropone il linguaggio breve dell’urgenza comunicativa che gli è proprio,parole limate fino allo spasimo, veloci pennellate ereditate dagli impressionisti , che dipingono un’emozione, una paura, una speranza.  Cornice sempre presente è la natura forte della Maremma,con il…

Volto di donna.  di Sergio Borghi

E improvvisamente t’accorgi d’averla conosciuta da sempre il silenzio tra noi complice diventa quasi liquido appiglio Non cercavo solo conforto ora avevo bisogno d’affetto ! Perde petali il fiore lento non riuscivo a capire come  e se potesse maturare il frutto Lontano guardava persa strani i pensieri consumati ho domandato a me stesso ma non…

Epiche emozioni.    di Sergio Borghi

Fuoco spento di epiche emozioni scalda ricordi e sospiri. Ha ucciso consigli dei più arditi, ed ora trema Improvvisamente triste. L’ ansia  del glicine qui accanto suda voglie d’estasi. Ispira parole d’incanto Immagini concave riflesse. Agita grappoli di parole insane scirocco.

Caldo.   Di Sergio Borghi

vedrai che capiterà succederà ancora di vivere insieme almeno  un’ ora soltanto Ma se ti giro intorno soffio sul collo dietro l’orecchio “è lungo quel brivido al braccio ?” Ormai il sole è coperto scirocco vento molesto rende urgente il bisogno risveglia maldestro Uomini e donne  batton la testa sui muri di tufo eccitati si…

IL BOZZOLO     di Giulio Piero Baricci

Prefazione di Giuliana Sonnati Anch’io sono nata in Valdichiana come Giulio Piero,e sono rimasta colpita da questo racconto ,tratto dal libro”FRONTIERA DUE” di Giulio Piero Baricci ,che é risultato primo classificato al Concorso letterario nazionale 2016-2017 “Territori della Parola” organizzato dall’Associazione Culturale “La Collina” – Siena “. L’autore,non solo biologo,botanico,geologo,agronomo,ma anche musicista pittore e scrittore,…

Il tempo.       Di Sergio Borghi

Mura sconnesse Mal costruiti anfratti abita il tempo scontento di se stesso Si maschera di muschi e Schianti per non sembrare vero anche lui teme se stesso Si ciba di bruschette l’ olio novo Invece Odori forti restano pe’ vicoli l’umidore intenso abita dentro le case si Mevania sottovento Tra le chiuse mura mi sento…

Estasi.      di Sergio Borghi

l’estasi di due tortore mi ha svegliato nel mattino un parlare fitto intenso modulato Sembrava in ritardo l’appuntamento col destino L’amore giunge dopo un corteggiamento estenuante incerto dall’esito imprevisto Alla tronfia disponibilita’dell’uno l’altra oppone ogni dubbio segretamente disposta al peggio Fermo e’ l’incanto attorno soleggiato Sedotto dalle immagini rimango

Sogno di donna

Leggera si muove la realta’ sorpassa inconsistente nuvola di desideri sconfitti tenerezza delicata incarna Pensiero ossesso muovi il rispetto sfumi nel sogno spiaggiata Sirena in rete mirabile sogno di donna

Inganni.          di Sergio Borghi

Spogliano dentro passioni inconfessabili i solitari inganni della luna nella notte ambigua amica Letto di rugiada nella seta la tela del ragno inganna La luce delle stelle accende sparsi brillanti fanno l’esca Neri pensieri migratori esperti nella nebbia navigano spenti Per vivere a lungo tirano tardi Attende il sonno l’ora dei galli porta ritardo il…

Ricordi.    di Sergio Borghi

ho bisogno di fuggire questo seminario di ricordi di secolarizzare gli affanni costruite gabbie d’incanti Voglio vivere il giorno senza domani incerto senza speranza assurdo come viene ogni secondo godere le cose che dona il tempo d’esser vivo La natura mi e’ attorno  con lei volubile convivo i fiori che sbocciano il canto della tortora…

La mente non invecchia.     di Sergio Borghi

Verde di muschio fradicia e’ ferma la ruota del mulino vecchio Nemmeno piu’ il fosso gli passa accanto stanco movimento usato Eppure la mente non invecchia gira esterefatta tra fiori e gelsi sogna ascolta specchia colori  infiniti odori donne del bosco carico d’incanto umori

Veritá.    di Sergio Borghi

Solidi compromessi raggiunge spesso la mente con se stessa Sibilanti verita’ nascoste sembrano sostare sospese dentro recessi distorti inaccessibili Difficile a volte nascondere LA VERITA Piu facile costruirne nuove Allora silenziosa spazia Inventa castelli di sassi residenze d’assassini contrastanti sodalizi finche’ non scopre l’assoluto falso in fine

I sogni.     di Sergio Borghi 

Alla luce del tramonto m’apparve pallido il viso senza trucco o se c’era era nascosto Dagli occhi nasceva un languore voglia di niente  non uno sospiro sensa rimorso covava tutto dentro il silenzio Nascono di notte i sogni prima ti truccano  per l’inganno sorprendono imitano feste impossibili sortono conigli dal cilindro nel buio illudono Muto…

Luna.    di Sergio Borghi

Una forma perfetta compiuta brillava stanotte sul mare dell’Elba rotonda la luna. Che conforto che aiuto ! La solitudine spezza. L’ansia conforta. A trovare aiuta la rotta almeno il destino. Col silenzio dell’onda del cuore solleva il cammino.

Intesa.  di Sergio Borghi

Cerco un’intesa. Un’intesa purché sia. Mi basta che resti com’è come la vedo ancora. A ciascuno la sua. Nel bosco trafitto dal sole nel prato di ciclamini distesa apparizione sorridi. Della Tortora ripetuto cadenzato il verso qui appresso m’incanta. Nell’ordine della natura dell’uomo sciolgo l’eccesso Il disordine infinito, la scienza. Resto sulla spiaggia dove mi…

Ancora illusioni.    di Sergio Borghi

sfuma silente nei sensi spesso quel sentimento Si sperde tra le stringhe strette d’un corsetto lo sconforta ogni sussulto stanca e scoraggia allora resta assopito ..ormai dissolto. Lo strapazzo sfugge romantico scansa solo pigro resta sdraiato sui cuscini vive il sentimento L’Eros faticato…non gradisce !

Illusione.      di Sergio Borghi

E poi illudersi illudersi che sia. Sentirsela vicina di sospiri vestita. Jeans lavato bianca una felpa Caschetto nero sopra grandi gli occhiali scuri. Portava primavera  e freddo insieme Con le speranze  vuoti contenitori di baci attesi. È stata l’alba, è stato il sole che l’ha portata via.

Sirmione.   di Sergio Borghi

sfuma vapori il lago nel mattino appena desto Tra un salice che piange ed un nero cipresso. nel sole alto sbianca superbo il cigno dietro gli corre modesta di germani una coppia. Nel vento corre scappa  i recessi evita La vita all’onda rischia. Feste di luci dai monti copia la sera illumina di profumi intensa.…